MESSAGGIO DELL'EZLN IL 1 APRILE 2001 IN OVENTIK

BASI D'APPOGGIO DELL'ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE

COMITATI LOCALI E REGIONALI DELLA ZONA ALTOS DEL CHIAPAS

COMITATO CLANDESTINO RIVOLUZIONARIO INDIGENO ZONA ALTOS


COMPAGNO, COMPAGNA:

QUI TI PORTO DI RITORNO I NOSTRI CAPI DEI COMITATI.

COSÌ COME ERA L'ORDINE CHE CI AVEVI DATO.

TORNANO UN POCO CONTENTI PERCHÉ ABBIAMO FATTO IL LAVORO CHE CI AVEVI ASSEGNATO.

TU MI HAI DATO LA MISSIONE DI PORTARLI E DI RIPORTARLI BENE.

PER POTER RISPETTARE QUESTO INCARICO ABBIAMO CHIESTO L'APPOGGIO DI ALTRI FRATELLI E SORELLE INDIGENI E NON INDIGENI, MESSICANI E MESSICANE IN MAGGIORANZA E ALCUNI DI ALTRI PAESI.

ESSI ED ESSE CI HANNO PROTETTO PER TUTTO IL TEMPO. NEPPURE PER UN SOLO MOMENTO CI HANNO LASCIATO SOLI E CI HANNO DATO TUTTO CIÒ DI CUI AVEVAMO BISOGNO E ANCHE CIÒ DI CUI NON AVEVAMO BISOGNO CI HANNO DATO.

CI HANNO DATO UN TETTO E DA MANGIARE.

CI HANNO COPERTO QUANDO ABBIAMO AVUTO FREDDO E CI HANNO RINFRESCATO QUANDO AVEVAMO CALDO.

CI HANNO DATO DA BERE QUANDO ABBIAMO AVUTO SETE E QUANDO ABBIAMO AVUTO FAME CI HANNO DATO DA MANGIARE.

QUANDO ABBIAMO TROVATO ORECCHIE SORDE, ESSE ED ESSI HANNO STAPPATO CON LA LORO FORZA LE ORECCHIE DEL POTENTE E QUANDO LA NOSTRA PAROLA SEMBRAVA PICCOLA L'HANNO ALZATA E MOLTO IN ALTO HA BRILLATO LA PAROLA ZAPATISTA, LA TUA PAROLA... COMPAGNO, COMPAGNA.

SONO QUESTE LE PERSONE CHE NOI CHIAMIAMO SOCIETÀ CIVILE, QUELLE CHE CI HANNO ACCOMPAGNATI E CHE CI HANNO RIPORTATI QUI BENE. COSÌ TI DICO CHIARAMENTE, COMPAGNO, COMPAGNA, CHE NON SONO STATO IO, MA CHE SONO STATI QUESTI UOMINI E DONNE DELLA SOCIETÀ CIVILE QUELLI CHE HANNO FATTO TUTTO IL LAVORO E LO HANNO FATTO MOLTO BENE E NON HANNO RICEVUTO NESSUNA PAGA PER QUESTO LAVORO. LO HANNO FATTO PERCHÉ IL LORO CUORE È MOLTO GRANDE E GENEROSO.

ALCUNE DI QUESTE PERSONE SONO QUI PRESENTI, MA NON SONO TUTTE. CE NE SONO MOLTE DI PIÙ CHE NON SONO QUI CON IL LORO CORPO PERÒ SONO STATE E SONO PER TUTTO IL TEMPO QUI CON IL LORO CUORE.

PERCIÒ IO TI CHIEDO, COMPAGNO, COMPAGNA CHE SALUTIAMO TUTTE LE PERSONE CHE CI HANNO ACCOMPAGNATO E CI HANNO RIPORTATO BENE.

DOBBIAMO ANCHE DIRE CHE I LAVORATORI DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE SONO VENUTI CON NOI DA UN POSTO ALL'ALTRO E QUASI SEMPRE LA NOSTRA PAROLA È ARRIVATA COME ERA, SENZA TRAPPOLE NÉ INGANNI. SOLO ALCUNI HANNO CONTORTO LA NOSTRA PAROLA PERÒ QUESTI HANNO GIÀ PER CONTO LORO LA LINGUA CONTORTA. PERÒ LA GRAN MAGGIORANZA DELLA STAMPA HA DETTO CHIARAMENTE QUELLO CHE SUCCEDEVA E QUELLO CHE NOI DICEVAMO E QUELLO CHE DICEVANO GLI ALTRI E TUTTO CIÒ È STATO MOLTO IMPORTANTE PERCHÉ ABBIAMO POTUTO ANDARE E TORNARE BENE.

ALLORA, COMPAGNO, COMPAGNA, TI CHIEDO CHE SALUTIAMO LA STAMPA ONESTA E CHE IL NOSTRO SALUTO SERVA PERCHÉ SAPPIA CHE NOI ZAPATISTI RICONOSCIAMO IL SUO LAVORO E DESIDERIAMO CHE SEMPRE RIMANGA APERTO IL SUO SPAZIO PER NOI CHE SIAMO SOTTO A TUTTO...

COMPAGNO, COMPAGNA, LA COSA PIÙ IMPORTATE DI QUESTO INCARICO CHE CI AVEVI ASSEGNATO È CHE ABBIAMO POTUTO STARE INSIEME AI NOSTRI FRATELLI E ALLE NOSTRE SORELLE DEL CONGRESSO NAZIONALE INDIGENO. ESSI ED ESSE CI HANNO AIUTATO MOLTO CON LA LORO SAGGEZZA E CON LA LORO FERMEZZA. I POPOLI INDIOS DI TUTTO IL MESSICO SI SONO UNITI ALLA NOSTRA LOTTA.


COMPAGNO, COMPAGNA:

37 GIORNI ABBIAMO CAMMINATO. 6000 CHILOMETRI. IN QUESTO CAMMINO SIAMO PASSATI PER 13 STATI DELLA REPUBBLICA MESSICANA E POI SIAMO ENTRATI NELLA TERRA CHE CRESCE VERSO L'ALTO, NELLA CITTÀ DEL MESSICO. COSÌ SIAMO PASSATI PER CHIAPAS, OAXACA, PUEBLA, VERACRUZ, TLAXCALA, HIDALGO, QUERÉTARO, GUANAJUATO, MICHOACÁN, STATO DEL MESSICO, MORELOS, GUERRERO E DISTRETTO FEDERALE.

NEL CAMMINO ABBIAMO PRESENZIATO IN 77 ATTI PUBBLICI DOVE ABBIAMO PORTATO 7 VOLTE 7 LA TUA PAROLA PERCHÉ FOSSE ASCOLTATA.

IL FRATELLO, LA SORELLA CHE HA IL SANGUE SCURO COME NOI PER 4 VOLTE 7 CI HA DATO LA SUA PAROLA CHE NELLA NOSTRA CAMMINA: 7 BASTONI DEL COMANDO AVEVAMO IL 25 DI FEBBRAIO, CON 28 BASTONI DEL COMANDO SIAMO ENTRATI IN CITTÀ DEL MESSICO.

NELLA CASA DEL PURÉPECHA CI SIAMO TROVATI CON ALTRI FRATELLI E SORELLE. 44 POPOLI INDIOS ABBIAMO TROVATO LÌ E PROSEGUIAMO GIÀ INSIME IL CAMMINO.

E COSÌ SI CHIAMANO I FRATELLI E LE SORELLE CHE COME NOI HANNO IL COLORE CHE SIAMO DELLA TERRA:

TENEK.

TLAHUICA.

TLAPANECO.

TOJOLABAL.

TOTONACO.

TRIQUI.

TZELTAL.

TZOTZIL.

WIXARITARI.

YAQUI.

ZAPOTECO.

ZOQUE.

MAYA.

KUMIAI.

MAJO.

MAZAHUA.

MAZATECO.

MIXE.

AMUZGO.

CORA.

CUICATECO.

CHINANTECO.

CHOCHOLTECO.

CHOL.

PERICURI.

GUAYCURI.

COCHIMI.

CHONTAL.

GUARIJIO.

HUASTECO.

HUAVE.

KIKAPU.

KUKAPÁ.

MAME.

MATLATZINCA.

MIXTECO.

NAHUATL.

ÑAHÑU.

O'ODHAM.

PAME.

POPOLUCA.

PUREPECHA.

RARAMURI.


COMPAGNO, COMPAGNA:

SIAMO TORNATI. CI HAI DATO L'ORDINE DI PORTATE CON DIGNITÀ IL NOME DI ZAPATISTI E CON DIGNITÀ L'ABBIAMO PORTATO.

IL SUPERBO L'ABBIAMO SFIDATO E CON L'UMILE SIAMO STATI UMILI.

DI CHI CI HA OFFERTO IL CARCERE E LA MORTE CI SIAMO BURLATI.

COLUI CHE CI HA OFFERTO ASCOLTO E PAROLA AUTENTICI HA RICEVUTO IL NOSTRO RISPETTO.

CI HA DETTO DI PORTARE LA RICHIESTA DEL RICONOSCIMENTO DEI NOSTRI DIRITTI E DELLA NOSTRA CULTURA FINO IN ALTO E QUESTO ABBIAMO FATTO. ADESSO IL VENTO E IL TEMPO SONO BUONI PERCHÉ IL DOLORE, CHE SIAMO TUTTI NOI CHE SIAMO, INIZI A TERMINARE.

MANCA MOLTO, COMPAGNO, COMPAGNA, PERÒ GIÀ MENO.

NON TORNERAI PIÙ A CHINARE LA TESTA DI FRONTE A CHI TI VUOLE UMILIARE.

IL NOSTRO COLORE NON SARÀ PIÙ MOTIVO DI VERGOGNA.

NON CI SARÀ PIÙ BURLA PER LA NOSTRA CULTURA.

ORA DIRE "INDIO" VORRÀ DIRE "DEGNO".

ORA CHI TI GUARDA DOVRÀ GUARDARTI IN FACCIA, MAI PIÙ VERSO IL BASSO.

ORA È GIÀ NEL CUORE DI TUTTI IL POSTO CHE VOLEVAMO, DI CUI AVEVAMO BISOGNO E CHE CI MERITIAMO.

PERÒ MANCA ANCORA CHE LA LEGGE RICONOSCA QUESTO POSTO.

PER OTTENERLO ABBIAMO ADESSO L'APPOGGIO DI MILIONI DI MESSICANI, DI MESSICANE E DI MIGLIAIA DI ALTRI PAESI.

CHI FA LE LEGGI DOVRÀ ASCOLTARE QUEI MILIONI E, INSIEME A LORO, DOVRÀ APRIRE LA PORTA DEL DIALOGO, CIOÈ DELLA PACE.

QUESTO ABBIAMO FATTO, COMPAGNI, COMPAGNA. TI PORTIAMO ADESSO LA NOTIZIA CHE LA TUA FORZA È PIÙ GRANDE PERCHÉ HA SAPUTO ESSERE SAGGIA GENEROSA. IL TUO NOME È ORA GIÀ MOTIVO DI RISPETTO E SONO MOLTI E MOLTE QUELLI CHE HANNO APPRESO LA LEZIONE DELLA DEGNA RESISTENZA CHE HAI DATO.

SECONDO QUANTO VEDIAMO, OGGI LA GUERRA È UN POCO PIÙ LONTANA E LA PACE CON GIUSTIZIA E DIGNITÀ È UN POCO PIÙ VICINA.

OGGI È PIÙ VICINO IL DIALOGO E PIÙ LONTANO LO SCONTRO.

PERCIÒ LANCIAMO UN APPELLO A TUTTE E A TUTTI QUELLI CHE HANNO NEL CHIAPAS UN SUOLO E UN CIELO DI VITA, PERCHÉ SIANO RESPONSABILI E NON FACCIANO SÌ CHE QUESTI PRIMI PASSI SI PERDANO UN'ALTRA VOLTA NELLO SCONTRO, NELLA DIVISIONE, NELLA BUGIA, NELL'INGANNO O NELL'OBLIO.

LA PACE NON È ARRIVATA, È CERTO, PERÒ PUÒ ARRIVARE. E QUESTA POSSIBILITÀ È QUELLA CHE DOBBIAMO CURARE.

IN QUESTI GIORNI PREPAREREMO UNA BUONA RELAZIONE DI TUTTO CIÒ CHE È SUCCESSO IN QUESTO CAMMINO CHE ABBIAMO FATTO. TU LA VEDRAI E DIRAI ALLORA SE È STATO BUONO O CATTIVO IL NOSTRO PASSO E DECIDERAI ANCHE CHE PASSO DEVE CONTINUARE E COME E QUANDO E DOVE.

TI RESTITUISCO IL BASTONE DEL COMANDO, COMPAGNO, COMPAGNA. STAREMO ATTENTI E ATTENTE A CIÒ CHE ORDINI.


COMPAGNO, COMPAGNA:

DESIDERO CHE TU SAPPIA CHE SERVIRTI È STATO IL PIÙ GRANDE ONORE CHE ABBIAMO AVUTO E AVREMO NOI INSURGENTI. E CONTINUEREMO A FARLO.

NOI, UOMINI E DONNE, TUOI GUERRIERI E GUERRIERE, IN QUESTI GIORNI ABBIAMO RICEVUTO UN'ALTRA LEZIONE CHE CI HAI DATO E CHE SAPREMO IMPARARE: LA TUA PAZIENTE SAGGEZZA.


COMPAGNO, COMPAGNA, UOMINI E DONNE PIPISTRELLO:

CHIAPAS NON SARÀ PIÙ IL NOME DELLA DISGRAZIA, DELLA MISERIA, DEL CRIMINE, DELL'IMPOTENZA, DELL'IMPUNITÀ, DELLA VERGOGNA.

CHIAPAS È ORMAI, PER MILIONI, IL NOME DELLA DIGNITÀ.

CHIAPAS È STATO, È E SARÀ IL GRIDO DI...

DEMOCRAZIA!

LIBERTÀ!

GIUSTIZIA!

ADESSO DI NUOVO DALLE MONTAGNE DEL SUDEST MESSICANO

SUBCOMANDANTE INSURGENTE MARCOS

MESSICO, APRILE DEL 2001


(traduzione del Comitato Chiapas di Torino)

logo

Indice dei Comunicati EZLN


home