ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE

MESSICO

1 gennaio 2001

Siamo già nella fase dei preparativi della preparazione. Ossia, ci stiamo preparando per essere ben preparati. In fin dei conti, intenda chi può. Il fatto è che, per il viaggio della delegazione zapatista abbiamo formato una cosa chiamata "Centro d'Informazione Zapatista" che, anche se il suo nome non lo dice, è fatto per essere informato da tutti voi nella forma, nei modi e nei tempi in cui vi è possibile (però è già urgente). Oltre al piacere di dare informazioni, voi potrete a vostra volta essere informati (e non ridete) dal suddetto gruppo con vari dati come per esempio la data ed il luogo in cui partirà la delegazione, la strada che percorrerà, gli atti a cui parteciperà nel suo percorso, il giorno in cui giungerà a Città del Messico, le iniziative che lì avranno luogo, una breve biografia (ciascuno di loro ha soltanto sette anni) dei membri di suddetta delegazione, una lunga biografia di Don Durito de La Lacandona, nonché mille e una sorpresa ancora (delle quali sicuramente noi stessi saremo i primi ad essere sorpresi).

Bene: ecco qui i dati per entrare in contatto con il Centro d'Informazione Zapatista:

Indirizzo: Avenida Ignacio Allende número 22-A

(fra Hnos Domínguez e Álvaro Obregón), Barrio San Antonio

San Cristóbal de Las Casas, Chiapas, México

Telefoni: 67-82-159 e67-81-013

Per inviare posta elettronica: 67-87-373

Cuenta Bancaria: BANCOMER. Plaza 437. Numero: 5001060-5

A nome della Señora María del Rosario Ibarra

San Cristóbal de Las Casas, Chiapas, México

Gli indirizzi cibernetici della posta elettronica e della pagina Web ve li invieremo con il prossimo e-mail, per cui prestate attenzione ai prossimi messaggi.

Bene, saluti punto com

Dalle montagne del Sud-est Messicano

Subcomandante Insurgente Marcos

Messico, gennaio 2001


(traduzione di Beppe Costa)


ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE

MESSICO

1 gennaio 2001

Alla stampa nazionale ed internazionale:

Signore e signori:

Seguono due inviti ed informazioni relative a quello che sarà il Centro di Informazione Zapatista che servirà per essere al corrente di quanto accade.

Qui il freddo e la pioggia imperversano come se anche loro volessero un posto in questa mobilitazione. Quello che sta avvenendo in Tabasco non è altro che l'ostinata realtà che contraddice la "transizione di velluto". Ma se pensate che questo sia un problema, guardate un po' Durito che (come Espinosa in Nicaragua) si trova in uno stato di "stress generale". Il motivo è che lo angustia il dubbio se la delegazione zapatista andrà a Città del Messico via terra. E "l'Aerodurito"? Significa che non potrà navigare nella sua lattina di sardine? Dovrà allora adattare la "Duritobici"? O è arrivata l'ora di riciclare Pegaso, la tartaruga più rapida della Selva Lacandona? O sarà necessario il "Topodurito" se si sceglierà la via sotterranea? Non perdetevi l'epilogo di questa faccenda. Come? Sì, sono d'accordo. Così come in Tabasco, chissà come finirà!

Bene. Saluti e io ho già cominciato con gli esercizi di aerobica (no, non ci sarà nessun video del Sup aerobico).

Dalle montagne del Sudest Messicano

Subcomandante Insurgente Marcos

Messico, gennaio 2001


ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE

MESSICO

1 gennaio 2001

Alla Società Civile Nazionale ed Internazionale

Signora:

Come lei sa, il prossimo 12 gennaio 2001, si compiono sette anni da quella che noi chiamiamo "l'altra insurrezione". In questa data, ma nel 1994, centinaia di migliaia di uomini e donne di tutti i colori e di tutte le classi sociali, uscirono per le strade per chiedere, tanto all'EZLN quanto al governo federale, il cessate il fuoco.

Da allora, questa è stata la data che ha segnato l'entrata di tutti e tutte, di quelli che presentano la loro faccia, signora, nella lotta per la via del dialogo e del negoziato per risolvere i conflitti. In questi giorni l'EZLN ha chiesto al governo federale il compimento di tre segnali minimi come requisito per l'inizio di un dialogo autentico. Potremo così giungere ad una pace sicura, giusta e degna. Questi tre segnali sono: il ritiro di sette postazioni militari dell'Esercito Federale dalla cosiddetta "zona di conflitto" (ne sono già state ritirate due, ma ne mancano ancora cinque), la liberazione di tutti gli zapatisti detenuti (ne sono stati liberati solo 17 e ne mancano quasi altri 100) e il riconoscimento costituzionale dei diritti e della cultura indigeni secondo l'iniziativa di legge della Cocopa.

Domandiamo il compimento di questi tre segnali che non sono altro che tre risposte ad altre tre domande: il governo si impegnerà nella direzione del dialogo e del negoziato? - se la risposta è sì, quindi che smilitarizzi le sette località -; il governo riconosce gli zapatisti come controparte nel dialogo e nel negoziato? - se la risposta è sì, quindi non ci tratti come delinquenti -; sono disposti a riconoscere gli indigeni come messicani e come indigeni? - se la risposta è sì, allora così deve stare scritto nella Costituzione. Per questo ci appelliamo a lei, signora, affinché il 12 gennaio di quest'anno si mobiliti con questa bandiera: il compimento dei tre segnali.

Bene. Saluti e che tutti i giorni siano come il 12 gennaio del 1994.

Dalle montagne del Sudest Messicano

Subcomandante Insurgente Marcos

Messico, gennaio 2001


ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE

MESSICO

1 gennaio 2001

Al Congresso Nazionale Indigeno

Fratelli e Sorelle:

Vi scrivo a nome delle donne, degli uomini, dei bambini e degli anziani dell'Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale.

Come sapete, l'EZLN ha lanciato un appello per una grande mobilitazione nazionale ed internazionale per ottenere il riconoscimento costituzionale dei diritti e della cultura indigeni in Messico, in accordo con l'iniziativa di legge della Cocopa. Come parte di questa mobilitazione, l'EZLN invierà una delegazione del CCRI-CG a Città del Messico, con lo scopo di dialogare con i legislatori del Parlamento e di convincerli della bontà di questa iniziativa elaborata da deputati e senatori appartenenti a quattro partiti politici (PAN, PRI, PRD e PT).

Vogliamo quindi invitare una delegazione del Congresso Nazionale Indigeno, formata da quelli che voi riterrete opportuno, a farci visita per discutere di questa questione. La visita potrà avvenire appena vi sarà possibile.

Approfittiamo di questo comunicato anche per informarvi che esiste il Centro d'Informazione Zapatista, attraverso il quale potremo mantenerci in contatto.

Speriamo che accettiate questo invito e che ci concediate l'onore di accogliervi e di discutere con voi.

Bene. Saluti e che noi indigeni possiamo ottenere il riconoscimento che ci meritiamo.

Dalle montagne del Sudest Messicano

Subcomandante Insurgente Marcos

Messico, gennaio 2001


ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE

MESSICO

3 gennaio 2001

Alla Società Civile Nazionale ed Internazionale

Fratelli e sorelle:

Allo scopo di poter scambiare informazioni ed essere al corrente delle mobilitazioni zapatiste relative alla richiesta del compimento dei tre segnali (chiusura di 7 postazioni militari, liberazione dei detenuti zapatisti e riconoscimento costituzionale dei diritti e della cultura indigeni in accordo con l'iniziativa di legge della Cocopa), l'EZLN comunica quanto segue:

Primo. A partire da oggi entra in funzione il Centro d'Informazione Zapatista, con l'appoggio di Rosario Ibarra de Piedra, che generosamente ha posto il suo tempo ed il suo lavoro al servizio della pace. Questo Centro d'Informazione Zapatista avrà come compito principale quello di essere un ponte tra la società civile e l'EZLN.

Secondo. Tramite il Centro d'Informazione Zapatista, la società civile nazionale ed internazionale potrà informarsi circa le iniziative di mobilitazione che l'EZLN ed altri lanceranno per il compimento dei tre segnali, la data precisa del viaggio della delegazione al D.F., l'itinerario della delegazione, le manifestazioni pubbliche che realizzerà e la sua agenda a Città del Messico. Ci si potrà inoltre informare sugli aspetti relativi alla logistica di questa mobilitazione: possibilità di alloggio e tariffe, possibili mezzi di trasporto e tariffe, ecc.

Terzo. Solo tramite il Centro d'Informazione Zapatista, l'EZLN riceverà la corrispondenza nazionale ed internazionale di tutte quelle persone ed organizzazioni che vogliano mettersi in contatto con la delegazione che giungerà al Distretto Federale.

Quarto. Tramite il Centro d'Informazione Zapatista, l'EZLN conoscerà le diverse iniziative che, nel Messico e nel mondo, la società civile organizzerà per il compimento dei tre segnali e per accompagnare la delegazione zapatista al D.F., sia con la presenza fisica, sia attraverso atti pubblici nelle proprie località.

Quinto. Il Centro d'Informazione Zapatista NON sarà un ufficio stampa o portavoce dell'EZLN, ma sarà unicamente un ponte per comunicare con la società civile nazionale ed internazionale. I giornalisti non avranno bisogno di nessun accredito particolare durante il percorso ed il soggiorno dell'EZLN a Città del Messico, sarà sufficiente la credenziale del mezzo di comunicazione che rappresentano. Il Centro d'Informazione Zapatista non emetterà comunicati stampa, non fornirà materiale informativo né materiale fotografico, non organizzerà trasferimenti né soggiorni dei mezzi di comunicazione né rilascerà interviste o conferenze stampa. Per quanto riguarda i mezzi di comunicazione, tramite questo ufficio i rappresentanti della stampa potranno recapitare la loro corrispondenza all'EZLN e viceversa.

Sesto. L'EZLN, attraverso il nuovo Centro d'Informazione Zapatista, si appella alla solidarietà nazionale ed internazionale affinché sostengano economicamente questa iniziativa di pace versando qualsiasi contributo sul seguente conto corrente bancario:

BANCOMER, Plaza 437, Numero -5001060-5

intestato alla signora María del Rosario Ibarra

San Cristóbal de Las Casas, Chiapas, México

Settimo. I riferimenti per comunicare con il Centro di Informazione Zapatista sono:

Indirizzo: Avenida Ignacio Allende número 22-A (tra Hnos. Domínguez ed Alvaro Obregón)

Barrio San Antonio. San Cristóbal de Las Casas, Chiapas, Messico

Telefoni: 67-82-159 e 67-82-373

Ottavo. Relativamente all'Ufficio di Contatto di San Cristóbal de Las Casas, l'EZLN informa che a partire da oggi sono temporaneamente sospese le sue attività, per cui, fino a nuovo avviso, non fornirà più il servizio finora offerto quotidianamente ai vari coordinamenti ed al pubblico in generale.

Nono. Per il momento, l'EZLN lancia un appello ai Coordinamenti di Contatto Provinciali che funzionarono per l'organizzazione della consulta, affinché si aprano a tutta la società civile del loro territorio ed accolgano tutte le persone che intendano unirsi a questo sforzo di pace, nel senso che i Coordinamenti saranno unicamente parte del cumulo di organizzazioni convocate per questa nuova iniziativa, ovvero, non sarà necessario partecipare ad alcun Coordinamento per unirsi alla mobilitazione, perché il contatto con l'EZLN avverrà in maniera diretta tramite il Centro d'Informazione Zapatista. L'EZLN si appella alla società civile affinché organizzi le proprie iniziative senza discriminazioni per credo religioso, ideologia, militanza politica, età, razza, posizione economica, altezza, peso o preferenze sessuali.

Decimo. L'EZLN si appella ai Coordinamenti di Contatto delle delegazioni del D.F., affinché dichiarino sospese le loro normali attività e tutti i loro membri si organizzino in modo nuovo per appoggiare questa mobilitazione. L'EZLN chiede che la sua presenza a Città del Messico coinvolga tutta la popolazione, organizzata e non, e che si aprano così nuove modalità di dialogo senza intermediari.

Undicesimo. Nella tappa attuale, l'EZLN lancia un appello alla società civile affinché:

  1. Propagandi e diffonda, sul proprio territorio, i tre segnali richiesti.
  2. Organizzi, sul proprio territorio, manifestazioni a sostegno dei tre segnali richiesti
  3. Si organizzi, sul proprio territorio, per accompagnare la delegazione zapatista o per arrivare con lei al D.F.
  4. Si organizzi, sul proprio territorio, per realizzare manifestazioni contemporaneamente alle attività della delegazione zapatista.

Chiediamo inoltre, rispettosamente, di essere costantemente informati delle vostre attività tramite il Centro d'Informazione Zapatista, così come che ci facciate sapere le vostre proposte ed idee o come possiamo appoggiarvi in questi compiti.

Dodicesimo. L'EZLN lancia un appello particolare alla società civile internazionale:

  1. Organizzare e realizzare manifestazioni civili e pacifiche nei propri paesi per richiedere il compimento dei tre segnali.
  2. Organizzarsi per accompagnare la delegazione zapatista o per arrivare con lei al D.F.
  3. Organizzare e realizzare manifestazioni civili e pacifiche in concomitanza con le attività della delegazione zapatista, nei propri rispettivi paesi.

Vi chiediamo inoltre rispettosamente, di mantenerci informati di tutto questo attraverso l'ufficio internazionale del Centro d'Informazione Zapatista.

Fratelli e Sorelle:

Per il dialogo, per il riconoscimento dei diritti e della cultura indigeni e perché la guerra sia rimossa per sempre dalle terre indie del Messico, sosteniamo la richiesta del compimento dei tre segnali e camminiamo insieme agli zapatisti del D.F.

Bene. Saluti e che, tutti insieme, otteniamo la pace con giustizia e dignità.

Dalle montagne del Sudest Messicano

Subcomandante Insurgente Marcos

Messico, gennaio 2001


(traduzione del Comitato Chiapas "Maribel" - Bergamo)

logo

Indice dei Comunicati EZLN


home