Città Universitaria, 23 giugno 2000

BOLLETINO STAMPA

CONSIGLIO GENERALE DI SCIOPERO

Chiarimenti sulla visita di Cárdenas all'UNAM:


  1. Il CGH in nessun momento si è riproposto di impedire la visita di Cuauhtémoc Cárdenas, come riportano alcuni editoriali. Sì, ci siamo pronunciati perché non venisse e abbiamo dichiarato che la sua visita era un atto di opportunismo e una provocazione, come lo stesso Cárdenas ha riconosciuto nel suo discorso.
  2. Non abbiamo presenziato al presidio di Cárdenas per protestare contro le sue idee, come vari giornalisti dicono. La nostra protesta contro il PRD e contro lo stesso Cuauhtémoc Cárdenas, è per il comportamento di questo partito a fianco del governo federale e contro la lotta del CGH. È stato Cárdenas quello che ci ha mandato a picchiare con i granaderos il 4 agosto e ha arrestato circa 100 studenti; è stata la granadera Rosario Robles che ci ha mandato i suoi granaderos il 14 ottobre e l'11 di dicembre incarcerando circa 80 compagni, li ha mandati il 1 e il 6 di febbraio ad aprire il passo alla PFP. Però non solo protestiamo contro la repressione, è stato il gruppo universitario del PRD che ha negoziato alle spalle e contro il movimento con il rettorato, il governo e Zedillo, una volta e un'altra ancora, per far finire lo sciopero del CGH (nel giugno del '99, portando avanti come propria la proposta del Consiglio Universitario di rendere le quote "volontarie"; dopo con la "proposta dei professori emeriti" che lasciava in piedi tutti i pagamenti delle quote di guerra illegali e solo sospendeva il regolamento delle quote imposto dal rettorato nel febbraio del '99; più tardi con la "proposta delle 5 scuole" che era un rifritto delle precedenti); sono stati Rosaura Ruiz e René Druker coloro che si sono collocati apertamente e senza sfacciatamente dal lato del rettorato e contro il CGH, come parte della commissione che ha rappresentato il rettorato nel dialogo con il CGH; sono stati loro stessi, con Rosario Robles e gli studenti perredisti quelli che hanno appoggiato e portato avanti il plebiscito di De La Fuente, sapendo che sarebbe stato utilizzato per reprimere il movimento, così sì li abbiamo avvertiti molto prima della realizzazione del plebiscito; sono stati gli studenti perredisti quelli che una volta e poi altre ancora hanno tentato di far esplodere le Assemblee dall'interno con atteggiamenti da picchiatori, gridando a tutto spiano e iniziando a picchiare. Contro tutto questo è la nostra protesta e il nostro ripudio. Tutta il loro agire contro il movimento studentesco dimostra che è falso che gli interessi difendere l'educazione pubblica e gratuita.
  3. La granadera Rosario Robles si sbaglia. Il conflitto non si è prolungato per pregiudicare Cárdenas. Il governo federale ha prolungato il conflitto e la direzione del PRD, il suo gruppo universitario e i suoi studenti del CEU e la rete, hanno contribuito al prolungamento del conflitto per pregiudicare il CGH.
  4. Si sbagliano quelli che dicono che il CGH è stato sconfitto con la visita di Cárdenas. Come abbiamo dichiarato non era intenzione del CGH impedire tale atto, unicamente abbiamo presenziato per manifestare la nostra protesta, praticamente senza aver convocato nessuno, il CGH è stato presente con un nutrito contingente studentesco esprimendo il suo ripudio alla linea del PRD contro il movimento studentesco. E da parte sua, Cárdenas non è riuscito a riproporre il suo partito nell'UNAM, il suo presidio ha dovuto riempirsi di contingenti esterni all'Università; fra gli universitari c'era una parte di accademici, un'altra di lavoratori (alcuni costretti ad assistere con la minaccia che sarebbe successo qualcosa) e pochi, però molto pochi, studenti.

Non ci risulta strano che nel suo discorso, Cárdenas lanci un appello per la realizzazione del Congresso Universitario. Gli abbiamo chiesto: Quale Congresso signor Cárdenas? Quello che ha negoziato la direzione del suo partito con il rettorato e il governo, negoziati resi noti dal periodico Riforma del 30 ottobre del '99? Questo Congresso rattoppato è lo stesso che ha proposto il rettorato nella sua "Proposta Istituzionale"? Non abbiamo dubbi. Questo Congresso che lascia tutto il controllo nelle mani del Rettorato non è quello per cui lottiamo. Il CGH esige un Congresso davvero democratico e risolutivo, dove ci sia realmente l'insieme degli studenti, dei professori e dei lavoratori che decidano la direzione in cui deve andare la nostra università.

Consiglio Generale di Sciopero

Commissione Stampa e Propaganda

La UNAM in sciopero. Informazione giorno dopo giorno.

http://unam.8m.com/huelga/

http://www.geocities.com/CollegePark/Den/2793/

[fonte: Visita le pagine del Fronte Zapatista di Liberazione Nazionale: http://spin.com.mx/~floresu/FZLN/]


(tradotto dal Comitato Chiapas di Torino)



logo

Indice delle Notizie dal Messico


home