COMUNICATO STAMPA

ALLA STAMPA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

ALLA STAMPA LOCALE

ALLA SOCIETÀ CIVILE NAZIONALE E INTERNAZIONALE

ALLE ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE

AL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI MESSICANI

ALLA SEGRETERIA DI GOVERNO

AL GOVERNO DELLO STATO DEL CHIAPAS

ALL'OPINIONE PUBBLICA IN GENERALE

L'assemblea dei Beni Comunali informa che ieri 28 Febbraio un gruppo di abitanti denominato "Alleanza Contadina" diretto da Felix Moreno González, circa alle 7 di mattina con la forza e con chiara provocazione alla pace e alla tranquillità degli abitanti del Municipio di Nicolas Ruiz Chiapas, hanno invaso terre di proprietà della comunità (Terre Comunali), azione che ha causato danni che è impossibile riparare e di cui sono responsabili le Autorità del governo dello Stato, perché non persuadono questo gruppo che la smettano con questo comportamento di occupare terre che non sono loro; sono responsabili pure i dirigenti della Centrale Nazionale Contadina Statale (CNC) per consigliarein modo assurdo e violento; così come il dirigente di questo gruppo provocatorio e altri come: Abel López Zuñiga, Mario Moreno González, Jorge Diaz Jiménez, Rosalinda Pérez Pérez, Paulino Pérez Pérez, Manuel Moreno Velázquez, Ignacio Pérez Hernandez, Amancio Constantino Cárdenas, Pedro Gómez López, Amador Zuñiga Moreno, Eduardo López Rodriguez, Antonio Zuñiga Lara, Santiago Díaz Gómez e altri.

Infatti questi abitanti non hanno nessun diritto di fare uso di queste terre, difatti l'Assemblea Generale in accordo con gli usi e costumi, così come stabilito dal suo regolamento interno ha inviato loro tre notificazioni invitando i 26 indisciplinati e altri sconosciuti all'Assemblea Generale, perché questi abitanti ritornino e compaiano di fronte alle Assemblee Generali per realizzare gli iter legali per il riconoscimento di nuovi comuneros nel Registro Agrario Nazionale. Ma hanno fatto finta di niente questi abitanti. In data 1 Marzo 2000 l'Assemblea Generale si è accordata per lavorare le loro terre in maniera pacifica, dato che per diritto corrispondono alla comunità circa 600 comuneros riconosciuti legalmente nel Registro Agrario Nazionale.

L'unica cosa che chiede l'Assemblea è che il Governo del Stato agisca riubicando queste persone del municipio, dato che la loro presenza e le loro nere azioni sono solo violenza e provocazione.

R I S P E T T O S A M E N T E

LE AUTORITÀ DELL'ASSEMBLEA DEI BENI COMUNALI DI NICOLAS RUIZ


NICOLAS RUIZ, CHIAPAS 1 MARZO 2000

ALLA STAMPA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

ALLA STAMPA LOCALE

ALLA SOCIETÀ CIVILE NAZIONALE E INTERNAZIONALE

ALLE ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE

AL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI MESSICANI

ALLA SEGRETERIA DI GOVERNO

AL GOVERNO DELLO STATO DEL CHIAPAS

ALL'OPINIONE PUBBLICA IN GENERALE

Siamo le madri e le mogli dei compagni che sono stati picchiati e asfissiati con gas lacrimogeni, che denunciamo i seguenti fatti violenti:

Oggi alle 8 e15 della mattina quando i nostri mariti si trovavano a lavorare nelle terre comunali denominte "el Reparo" a nemmeno 2 chilometri a sud della comunità, sono arrivati i paramilitari armati e hanno sparato con armi da fuoco e gas lacrimogeni lanciati dalla Sicurezza Pubblica che controllavano i paramilitari e gli indisciplinati e a prova di ciò abbiamo cinque feriti che si chiamano: Abel Gómez Hernandez, Argelio Santiz López, José Roberto Moreno López, Eron Moreno Méndez, Alejandro Juárez Méndez, che sono rimasti feriti nell'attacco del gruppo paramilitare priista e degli indisciplinati.

Ripudiamo energicamente i fatti violenti accaduti dato che il ministero pubblico si è presentato sul luogo dei fatti e ha visto come hanno preparato l'imboscata ai nostri mariti, con l'aiuto e l'incoraggiamento della Sicurezza pubblica che presumibilmente stava proteggendo la comunità, e che invece sono stati complici di detto atto.

Il gruppo paramilitare priisti diretto dai CC. Jorge Díaz Jiménez, Paulino Pérez Pérez, Mario Moreno González, Felix Moreno González, consigliati dal Ministero Pubblico e dalla Sicurezza Pubblica hanno preso a pietre e hanno dato fuoco al camion di tre tonnellate di proprietà del Sig. Paulino Pérez Pérez.

Ripudiamo energicamente le azioni della Sicurezza Pubblica che poco dopo essere ritornata sul luogo dove era successo il fatto è andata nella Scuola Primaria, nella Scuola Telesecondaria e nell'Ostello per tirare candelotti lacrimogeni col fine di spaventare e sgomberare i nostri figli.

Ci domandiamo perché vogliono spaventare i nostri figli, chiediamo a tutte le organizzazioni un'azione urgente dato che lo stato di aggressione in cui viviamo è continuo e consideriamo responsabili il Governo dello Stato, la Segreteria di Governo e altre dipendenze, che fanno i ruffiani e mal consigliano il gruppo di indisciplinati a cercare la destabilizzazione.

Noi donne di Nicolás Ruiz chiediamo che si dia soluzione a questo problema dato che continuamente siamo oggetto di minacce e burle, e dato che loro dicono di essere appoggiati dal Governo di Stato e dalla Sicurezza Pubblica. Chiediamo il trasferimento del gruppo paramilitare per poter vivere in pace nella comunità.

Attentamente

L'Assemblea Generale delle Donne di Nicolás Ruiz

[Fonte: Enlacecivil-l@listas.laneta.apc.org http://www.laneta.apc.org/mailman/listinfo/enlacecivil-l]


(tradotto dal Comitato Chiapas di Torino)



logo

Indice delle Notizie dal Messico


home